7 cose da sapere prima di diventare Host Airbnb

Negli ultimi anni molti proprietari di appartamenti si sono chiesti come mettere a rendita il proprio appartamento attraverso le locazioni brevi, e in questo modo si sono avvicinati al mondo dei portali di intermediazione.Se sei tra questi e ti stai chiedendo come iniziare e quali sono le informazioni più importanti da conoscere… beh sei ne posto giusto!

Oggi elencheremo 7 cose da sapere prima di diventare Host Airbnb, una figura coniata proprio dal famoso portale americano che indica coloro che amministrano un appartamento destinandolo a visitatori in viaggio per brevi periodi.

 

Nella nostra esperienza di gestione appartamenti in affitto breve ci siamo resi conto che ci sono alcune cose che chi si avvicina a questa attività deve conoscere: ecco che quindi che abbiamo deciso di affrontare alcuni dei principali argomenti!

Mettiti comodo e prenditi qualche minuto, al termine della lettura avrai più strumenti per capire se questo settore fa per te!

Differenza tra affitto a breve e a lungo termine

normativa generalitàMolti dei proprietari di appartamento che si rivolgono a noi per la gestione del proprio alloggio non conoscono bene i vantaggi e gli svantaggi dell’affitto breve rispetto a quello tradizionale.

 

Cerchiamo quindi di riassumerli velocemente:

  • Affitti tradizionali: hanno il vantaggio che, se la zona non è per niente turistica e si trova un buon inquilino che paga regolarmente, permettono di riscuotere un regolare affitto senza eccessivi impieghi di tempo. Lo svantaggio chiaramente è l’eventualità che qualcosa vada storto, ovvero che l’affittuario smetta di pagare o che danneggi l’alloggio all’insaputa del proprietario. Inoltre l’immobile rimane a totale disposizione dell’inquilino senza la possibilità di utilizzarlo anche per brevi periodi.
  • Affitti brevi: i vantaggi degli affitti brevi sono numerosi. Innanzitutto i pagamenti sono garantiti e l’ospite paga ancora prima di metter piede nell’alloggio, e poi si ha la possibilità di sfruttare la casa per necessità proprie. Inoltre l’appartamento viene continuamente pulito e vissuto, questo evita problemi di decadimento legati all’inutilizzo. In certe zone poi, questo tipo di locazione è anche ben più remunerativa dell’affitto tradizionale. C’è uno svantaggio: è fondamentale approcciarsi a questo settore con molto tempo a disposizione e professionalità, altrimenti meglio affidarsi a dei professionisti che lo gestiscano per te!

 

Cos’è Airbnb?

Quando spieghiamo cos’è Airbnb ai proprietari che ci contattano, chiariamo che si tratta di una piattaforma di intermediazione online (anche detta OTA). E perché utilizzarla? Beh perché sempre più persone organizzano le vacanze in maniera autonoma, e quindi si affidano a questi portali nei quali possono paragonare le varie offerte e scegliere la soluzione che fa per loro in tutta sicurezza, spesso risparmiando.

 

Non esiste solo Airbnb, noi in Turidea ad esempio utilizziamo anche altri siti per promuovere gli alloggi che gestiamo, ma è importante proporsi con la massima professionalità conoscendo le giuste tecniche dato che la concorrenza è vasta e agguerrita.

I portali ormai sono molto sofisticati e sanno riconoscere un utente improvvisato da uno attento, e chiaramente… tendono a favorire quest’ultimo!

 

Quanto si può guadagnare con il proprio appartamento?

Il potenziale rendimento di un alloggio è una tipica domanda che ci viene posta dai proprietari, e chiaramente è difficile dare una risposta precisa. Possiamo però provare ad elencare quali sono gli elementi che incidono maggiormente sul guadagno di un appartamento:

 

  • Posizione. Non serve trovarsi in centro storico: luoghi strategici sono anche quelli in prossimità di aeroporti, fiere, laghi, porti, spiagge, ospedali, università, svincoli autostradali, patrimoni UNESCO ecc
  • Stato dell’alloggio: più è accogliente meglio è. Nel nostro caso, abbiamo contatti con consulenti di interior design in grado di dare un supporto pratico.
  • Tipo di gestione: si tratta di uno degli aspetti più importanti. Una gestione professionale che conosca le dinamiche del mestiere può fare la differenza.

 

La normativa: generalità

Diventare host Airbnb significa avere a che fare con la normativa relativa agli affitti brevi, che è sì normata a livello nazionale ma poi ogni regione ed ogni comune ha libertà di scegliere alcune specifiche procedure, come le modalità di rilascio del permesso, o varie tipologie di restrizioni.

Ma andiamo con ordine.

 

Le locazioni brevi sono concesse a chi affitta in maniera saltuaria ad inquilini per soggiorni non superiori ai 30 giorni. L’affitto si intende da privato verso privato, fuori dall’attività d’impresa. Il rispetto di queste condizioni (e di quelle regionali/comunali) permette di esercitare questa attività senza aprire partita IVA e pagando il 21% di cedolare secca come imposta sostitutiva. Tale versamento va appunto in sostituzione di ogni altro onere. Non sarà dovuto ad esempio la tassa di registrazione del contratto o quella di annullamento, e l’importo non andrà a costituire base imponibile per la dichiarazione ai fini IRPEF, a meno che questo sia espressamente richiesto dal proprietario.

 

Reputazione online

reputazione onlineAffittare il proprio alloggio su internet significa competere con molte altre strutture simili alla propria sia come tipologia che come ubicazione.

Per questo motivo poter vantare delle ottime recensioni degli ospiti passati rappresenta un vantaggio indiscutibile sia verso il visitatore che verso il portale, il quale promuoverà maggiormente quelle realtà che ottengono buoni risultati.

 

Come fare ad ottenere buone recensioni?
E’ una classica domanda che ci pongono i proprietari che ci affidano il loro alloggio, chiedendosi anche se è possibile emergere in un mercato già piuttosto affollato.

Per ottenere giudizi favorevoli da parte degli ospiti è necessario fornire un servizio impeccabile, essere disponibili ad ogni evenienza e saper preparare l’alloggio dotandolo di quei servizi che sono di valore per il viaggiatore.

Ecco perché ci raccomandiamo spesso a chi chiede le nostre consulenze di sapersi collocare in maniera netta in una delle seguenti categorie:

  • Coloro che hanno molto tempo a disposizione e possibilità di studiare il settore.
  • Coloro che hanno già un impiego o vivono lontano.

Se rientri nella prima categoria allora col tempo puoi approfondire l’argomento e piano piano entrare nel settore degli affitti brevi. Se invece fai parte del secondo raggruppamento è molto meglio farti assistere da degli specialisti: se da una parte ciò ha un costo, è anche vero che però i rendimenti (e la soddisfazione del turista) saranno molto maggiori e compenseranno l’investimento.

 

Le pulizie

Tra le cose da sapere prima di diventare Host Airbnb, c’è l’importanza del ruolo rivestito da coloro che si occupano delle pulizie. Se da una parte il turista può essere più o meno comprensivo verso le imperfezioni di un appartamento, una cosa che non tollera è l’alloggio sporco.

Con “alloggio sporco” non si intendono per forza muri macchiati o tracce di grasso sul pavimento: basta un capello di troppo nel bagno per sconvolgere molti degli ospiti.

 

Le pulizie sono talmente importanti che ad esempio in Turidea ci affidiamo unicamente a professionisti con esperienza, che magari non sono i più economici ma garantiscono un risultato adeguato che si ripaga da solo con la buona reputazione che ne deriva.

 

Cosa fare per guadagnare senza impazzire

quanto si guadagna con un appartamentoIn questo articolo ti sei fatto un idea più precisa di cosa significa diventare Host Airbnb, e hai forse intuito che non è un attività semplice come sembra: richiede molte competenze e soprattutto tempo a disposizione.

Se sei interessato al mondo degli affitti brevi ma vivi lontano o non hai abbastanza tempo, noi ti possiamo dare una mano.

 

In Turidea ci occupiamo di gestione appartamenti in affitto breve, fornendo servizi di:

  • Promozione e ottimizzazione degli annunci sui vari portali
  • Accoglienza degli ospiti in loco
  • Consulenza per chi ha già intrapreso questo settore

Speriamo che questo articolo ti sia stato d’aiuto a comprendere meglio il settore delle locazioni brevi, se sei interessato ad approfondirlo non esitare a contattarci!

4.7 / 5.00 stelle
4.7/ 5.00
19 Recensioni
By |2019-11-22T09:45:12+00:0027 Agosto 2019|Blog|

Leave A Comment