Hai un appartamento libero e ti piacerebbe metterlo in affitto online. Ottimo! Potrebbe essere una scelta che ti porterà a guadagnare una rendita passiva da non sottovalutare. Magari però, la tua casa da affittare dista a qualche ora di macchina dalla tua abitazione, oppure si trova in un luogo di villeggiatura lontano da te. Si tratterebbe quindi di gestire affitti brevi a distanza.

 

Molti host in questa situazione si chiedono: è possibile affittare una casa vacanze da remoto? E’ possibile cioè, avere il pieno controllo del proprio business nel mondo degli affitti brevi pur non abitando vicino alla casa vacanze?

 

Si tratta di domande che ci vengono poste spesso nei nostri corsi di formazione per proprietari. Ecco perché abbiamo deciso di condividere questa breve guida in cui scopriremo alcuni modi per gestire affitti brevi a distanza. Potrai così continuare a guadagnare attraverso la tua casa vacanze senza doverti spostare dalla tua abitazione. Nel frattempo, non scordare di iscriverti al nostro canale YouTube Turidea per ottenere consigli gratuiti sulla gestione di una casa vacanze.

Affitti brevi a distanza: la digitalizzazione aiuta

digitalizzazione negli affitti breviCome si può gestire una casa vacanze a distanza? La risposta risiede nell’uso efficace di internet. Ormai la digitalizzazione è entrata in ogni ambito della vita semplificando molte attività. Anche tu, come host, puoi approfittare di alcuni strumenti virtuali davvero utili per rendere più proficuo il tuo business online.

 

Quindi, se stai pensando di affittare una casa vacanze da remoto, devi per forza abbracciare un approccio più smart e non limitarti a generare i tuoi annunci sulle piattaforme. L’obiettivo è quello di far sentire l’ospite sempre a suo agio, anche se tu non sei lì ad accoglierlo. Impossibile? Non proprio. Ecco alcuni modi con cui la digitalizzazione ti può aiutare a gestire la tua casa vacanze a distanza.

 

Comunicazione prima dell’arrivo

Garantire trasparenza e chiarezza ai tuoi ospiti è il primo passo verso il successo. Per questo persino dal tuo annuncio, deve emergere il fatto che non sarai presente nelle vicinanze durante il soggiorno degli ospiti. E’ chiaro però che, pur rimanendo reperibile, ci saranno attività che non potrai svolgere perché necessitano della presenza fisica. Ad esempio: andare ad aprire ad un ospite chiuso fuori, assistere a dei lavori di manutenzione ecc.

 

 

Ecco perché durante le nostre consulenze specialistiche mirate diamo un consiglio: non limitarti a fornire i tuoi dati di contatto, ma trova una persona fidata a cui appoggiarti, che abiti  vicino alla tua casa vacanze. Inoltre, non dimenticare di fornire tutti i contatti di emergenza legati alla casa vacanze, in modo da garantire il massimo della sicurezza a chi soggiorna nel tuo alloggio. Ci sono infatti necessità per le quali anche la presenza fisica non basta (pensa ad un incendio): in questo caso avere a portata di mano i numeri di emergenza è fondamentale, specialmente per un ospite straniero.

 

Self check-in

Abbiamo già parlato in modo approfondito del self check-in in un altro articolo. Alcuni proprietari, offrono questa comoda funzionalità che consente agli ospiti di accedere all’appartamento senza bisogno della presenza del proprietario.

 

controllo a distanzaIl self check-in è la consegna chiavi automatizzata. Risolve alcuni problemi, tra cui quello della distanza tra host e appartamento, ma anche quello di un possibile ritardo dei guest che potrebbe farti perdere non poco tempo.

 

Per offrire un self check-in agevole per gli ospiti e pratico per te, puoi scegliere tra diverse opzioni:

  • l’installazione di una cassetta di sicurezza per chiavi, detta anche “lock box”;
  • l’installazione di una serratura con codice a pulsanti;
  • utilizzare l’accesso remoto tramite dispositivi mobili, collegati al citofono e alle serrature di casa;

 

Certo, il self check-in ha dei vantaggi e degli svantaggi: certamente ti consente di gestire a distanza la tua casa vacanze, ma non garantisce un contatto umano con gli ospiti, non ti permette di verificare chi e quante siano le persone che accedono al tuo appartamento e potrebbe generare dei piccoli contrattempi se fornisci le istruzioni sbagliate o se l’ospite è un po’ sbadato.

 

Libro di benvenuto

Un altro strumento di cui abbiamo già ampiamente parlato è il libro di benvenuto. Esso permette di compensare parzialmente la tua assenza, dando un tocco personale all’esperienza degli ospiti. Tu non sarai lì al momento del loro arrivo, ma avrai preparato del materiale chiarire ogni aspetto, e semplificare al massimo il soggiorno.

 

 

Nel libro di benvenuto puoi inserire le informazioni e le regole della casa, fondamentali per evitare disguidi e danni, ma anche escursioni in zona, numeri utili, qualche spunto storico e culturale sul luogo in cui si trova l’appartamento e una tua presentazione.

 

Ricorda che più utili saranno le informazioni che fornirai e migliore sarà l’impressione degli ospiti. Cerca di mostrarti amichevole, disponibile e metti tutta la tua creatività nella scrittura del libro di benvenuto. Se dovessi avere difficoltà a scriverlo, possiamo aiutarti noi con una consulenza rapida.

 

Affidarsi a un property manager esperto

consulenza in property managementSe non puoi essere presente tu all’arrivo dei tuoi ospiti ma vuoi garantire un’accoglienza calorosa, puoi affidarti a una persona fidata o a un property manager esperto. Ci sono infatti realtà come la nostra che offrono una gestione completa o parziale del tuo alloggio.

 

Si tratta di una soluzione comoda, che tutela l’ospite e risparmia tempo al proprietario. I gestori di proprietà, comunque, possono occuparsi non solo del check-in. Anzi, seguono spesso della pulizia della casa, verificano che tutto sia in ordine, assistono gli ospiti durante il soggiorno e il check-out.

 

Un aiuto di questo tipo a volte si rivela fondamentale, specialmente se non hai tempo da dedicare a questa attività. Seguire poco e male la gestione di un appartamento turistico si può tradurre in cattive recensioni, con la conseguente perdita di denaro.

 

Conclusioni

Ora che hai capito come gestire affitti brevi a distanza, non ti resta che mettere in pratica tutto ciò che hai imparato. Potrebbe non essere facile all’inizio e può servire un po’ di tempo per migliorarsi, ma ce la puoi fare tranquillamente!

 

Se hai bisogno di supporto in questo, puoi contare su Turidea e sui nostri servizi:

 

Approfitta anche dei nostri contenuti gratuiti sul canale YouTube Turidea!