Il B&B, Bed & Breakfast, è ormai un tipologia di alloggio molto diffusa per via della sua comodità e del costo contenuto. Si tratta di una scelta informale per i viaggiatori che desiderano trascorrere la loro vacanza in una struttura più piccola, ma anche più familiare.

 

Per i gestori, invece, aprire un Bed & Breakfast significa cogliere un’opportunità in più di guadagno e magari recuperare una casa di famiglia destinata alla vendita o alla demolizione e darle una seconda vita. Durante i nostri corsi di formazione per proprietari affrontiamo spesso il discorso su come aprire un Bed & Breakfast e avviare un business redditizio.

 

Se anche tu hai intenzione di aprire una attività turistica, non esitare a contattarci per ottenere più informazioni approfittando magari di una consulenza mirata. Attraverso questo servizio, ti aiuteremo a creare il tuo business plan e a gestire al meglio la tua struttura ricettiva.

 

Per contenuti gratuiti e interessanti, visita anche il nostro canale YouTube Turidea! Ora, però, concentriamoci sull’avvio di un B&B con una guida pratica.

Cos’è un B&B: attività professionale e occasionale

b&b aperturaUn Bed & Breakfast, come suggerisce il nome stesso, è una struttura ricettiva che offre il servizio di pernottamento e prima colazione. Insomma, il viaggiatore che sceglie questo tipo di soggiorno, si limita a dormire e a consumare il pasto del mattino nella struttura ospitante.

 

I gestori che si chiedono come aprire un Bed & Breakfast, devono innanzitutto valutare che tipo di attività vogliono avviare. Infatti, le leggi vigenti variano in base alla regione e anche i requisiti minimi da rispettare sono diversi. Di base, comunque, chi apre un Bed & Breakfast sceglie di avviare un’attività professionale o occasionale. Qual è la differenza?

 

Un B&B professionale richiede uno sforzo di tipo imprenditoriale, attraverso l’apertura della partita Iva. Questa attività solitamente è la principale fonte di reddito del gestore e prevede un gran ricambio di visitatori lungo tutto l’anno. I soggiorni non sono quindi occasionali, ma continuativi. Una struttura di questo tipo può offrire anche altri servizi oltre al pernottamento e alla colazione, come noleggio bici, attrezzatura sportiva, escursioni e molto altro. Inoltre, è possibile per il gestore investire in comunicazione e pubblicità online e offline.

 

 

Un B&B occasionale non è una vera e propria attività d’impresa e quindi non serve la registrazione alla camera di commercio né l’apertura della partita IVA. L’affitto delle stanze è occasionale, non continuativo. Il proprietario può lavorare in altre aziende e settori e non può offrire servizi aggiuntivi. Si tratta di una scelta solitamente che riguarda i B&B a gestione familiare, in cui i collaboratori del gestore sono parenti o amici. Il numero dei posti letto è ridotto a 6 e l’attività può garantire il servizio solo 270 giorni l’anno (anche se questi dati possono essere diversi su base regionale).

 

La differenza tra le due forme di Bed & Breakfast risiede nella continuità del servizio. Se gli ospiti vengono accolti con una certa sistematicità, allora la struttura viene inquadrata come un’attività di tipo professionale.

 

Requisiti per aprire un B&B: cosa serve per iniziare

funzionamento di un bed and breakfastDurante le nostre consulenze mirate, ci capita spesso di parlare di requisiti minimi per aprire un Bed & Breakfast.

 

Vediamo qui i principali, tenendo presente che queste informazioni possono variare regione per regione:

  • garanzia di igiene e pulizia nelle camere e negli spazi comuni;
  • il numero massimo di posti letto in struttura è 10;
  • il titolare del B&B deve avere la residenza presso la struttura, o il domicilio solo nel periodo di apertura dell’attività;
  • accesso, da parte dell’ospite, alla camera privata senza passare da altre stanze;
  • se le camere sono numerose, i bagni devono essere privati e presenti in ogni stanza;
  • i bagni devono offrire attrezzature minime, come WC, lavabo, almeno una presa di corrente, specchio ecc.
  • superficie adatta al numero delle camere previste;
  • soggiorni brevi, non maggiori di 60 giorni;
  • grandezza minima della camera singola di 8 metri quadri e di 14 per quella doppia;
  • rispetto delle norme edilizie e degli impianti.

 

Questi sono i requisiti minimi più diffusi, ma come detto, è necessario che il singolo gestore si informi sugli adempimenti previsti dalla Regione in cui il Bed & Breakfast viene aperto. Se dovessi avere dubbi su questo punto, nei nostri corsi di formazione personalizzati potrai reperire ulteriori informazioni utili per avviare una struttura in regola.

 

Nel caso dell’apertura di un B&B professionale, è necessario consegnare al comune la SCIA, Segnalazione Certificata di Inizio Attività con i dati personali del proprietario, i dettagli della struttura e dei servizi offerti. Inoltre, è obbligatorio iscriversi al portale Alloggiati della Polizia di Stato e scaricare i moduli per l’abilitazione dell’attività.

 

 

Quanto costa aprire un B&B

bed&breakfastPer aprire un B&B è necessario innanzitutto possedere una struttura ospitante. Un gestore potrebbe acquistarla, ereditarla, oppure esserne già in possesso o prenderla in affitto per poi gestirla. In ogni caso comunque, con ogni probabilità sarà necessario investire del denaro nella ristrutturazione delle camere e degli spazi comuni, in modo da rendere gli spazi adatti all’accoglienza degli ospiti. La spesa per questa operazione potrebbe richiedere 10.000 euro o anche 40.000 euro in base agli interventi necessari e al numero di camere.

 

Il vantaggio del Bed & Breakfast è che può richiedere un investimento iniziale più contenuto rispetto all’apertura di un vero e proprio albergo. Nel caso di un B&B professionale, vanno considerati anche alcuni costi legati all’iter burocratico, all’avviamento dei servizi offerti e alla pubblicità per autopromuoversi.

 

Conclusioni

In questo articolo hai scoperto come aprire un B&B tramite una guida pratica per avviare un business di successo. Speriamo di esserti stati utili, ma se hai bisogno di maggiore supporto, non esitare ad approfittare di uno dei nostri servizi:

Approfitta anche dei nostri contenuti gratuiti sul blog e sul canale YouTube Turidea!