Affitti brevi: come limitare i danni degli ospiti

Ti piacerebbe molto guadagnare con il tuo appartamento sfruttando il turismo, ma non sai come limitare i danni degli ospiti? Tranquillo, sei in buona compagnia!

 

Nella nostra attività di gestione appartamenti in affitto breve e formazione, ci troviamo spesso a confronto con proprietari o host che si domandano come ridurre il rischio che i visitatori distruggano la propria abitazione! In realtà si tratta di un eventualità piuttosto remota, ma è giusto valutare cosa si può fare per arginare il più possibile questa opzione.

 

E’ proprio quello che cercheremo di fare attraverso questo articolo. Ti daremo ben 7 suggerimenti su cosa valutare per dormire tranquillo e approfittare dei guadagni che una locazione turistica può generare.

1. La scelta del portale

studiare l'ospiteCome ribadiamo spesso durante i nostri corsi di formazione, la scelta dell’ospite parte dal portale. I portali di promozione non sono tutti uguali: ad esempio Airbnb si rivolge più a privati, e Booking.com strizza l’occhio ai viaggiatori business. Homeaway d’altro canto predilige le famiglie, tanto che collabora solo con proprietari che mettono a disposizione l’intero alloggio.

 

Noi di Turidea ci sentiamo di consigliare per chi è agli inizi, l’utilizzo di Airbnb… per vari motivi. Intanto questo sito mette a disposizione gratuitamente un assicurazione che tutuela l’host da atti di vandalismo: non è poco, perché significa che in caso di problemi sarà sufficiente mettersi in contatto con l’assistenza, mostrare i preventivi per le riparazioni, e attendere il versamento.

 

2. Studiare l’ospite

Oltre quanto detto al punto precedente, Airbnb permette di vedere quali sono le recensioni pregresse del tuo ospite: se non ti senti a tuo agio perché in molti ne hanno parlato male… non dovrai fare altro che disdire! Certo, questo potrebbe penalizzarti a livello di ranking, ma anche la tranquillità ha un valore.

 

A volte basta parlare con l’interlocutore telefonicamente. E’ una buona prassi domandare quali siano le ragioni della visita, e cosa li porta nella tua città. Se le risposte sono evasive o generiche, potrebbe essere un campanello d’allarme.

 

E’ bene inoltre, al momento dell’arrivo, controllare bene i documenti d’identità. Se c’è qualcosa che non ti convince come una strana foto o delle informazioni apparentemente false, fai attenzione, potrebbe trattarsi di un documento illecito. In tal caso, se hai validi motivi di dubitare, puoi confrontarti con le forze dell’ordine.

 

3. Notti prenotate, periodi dell’anno e tipologia di stanza

come evitare i partyQuando spieghiamo ai nostri clienti come limitare i danni degli ospiti, gli diciamo di fare attenzione anche al numero delle notti prenotate in relazione a particolari eventi. Facciamo un esempio: se affitti un appartamento vicino allo stadio alla vigilia di una partita molto sentita da due fazioni notoriamente violente, e ricevi una prenotazione di una sola notte in occasione di quell’evento… beh conviene approfondire! Diverso sarebbe se la prenotazione fosse di 5 notti: difficilmente chi ha bisogno di un alloggio per fare confusione, prenota per lunghi periodi di tempo.

 

Un altro elemento a cui fare caso è la tipologia di immobile prenotato in relazione al numero di persone che lo riservano. Se ad esempio affitti un locale molto grande e costoso, e ti arriva una richiesta da 2 persone, conviene approfondire e chiedere loro il motivo della visita. Viene da chiedersi infatti perché non abbiano preferito un locale più piccolo ed economico, più adatto alle loro esigenze… meglio prevenire il rischio che vogliano dare una festa!

 

4. L’importanza della zona

Anche la zona in cui si trova l’abitazione incide molto sul tipo di clientela. Ci sono quartieri più apprezzati dalle famiglie e dagli anziani, e altri più adatti a giovani e coppie. Spesso i proprietari durante i corsi di formazione ci chiedono come evitare che le proprie case siano prese d’assalto da giovani ubriachi. Va detto che problemi di questo tipo non sono così frequenti come si pensa, ma certamente un ragazzo giovane ha un coefficiente di rischio superiore. Ci sono tecniche specifiche per ridurre questa probabilità, ma certamente anche la zona conta.

 

Considera però che il tuo alloggio potrebbe essere molto remunerativo proprio perché si trova in una zona apprezzata da chi ama il divertimento, non consigliamo quindi di evitare queste zone a prescindere, ma di imparare quali sono le tecniche per ridurre questi inconvenienti (è proprio a questo che serve questo articolo)!

 

5. Il prezzo come strategia di selezione

Sapere come limitare i danni degli ospiti significa conoscere le giuste strategie di prezzo, e questo fattore può influenzare notevolmente la clientela. Tendenzialmente, ad un prezzo più alto corrisponderà una clientela più adulta e maggiormente disposta a spendere. “Bene, allora alziamo i prezzi” potresti pensare. Attenzione perché se non stai attento rischi di peggiorare la situazione: prima di alzare i prezzi devi esser sicuro di offrire un servizio che li valga, oppure il risultato sarà quello di ridurre le prenotazioni e quindi i guadagni. Se vuoi alzare l’asticella e puntare ad un segmento di pubblico più alto, allora dovrai predisporre il tuo alloggio con quei servizi di maggior valore per il turista. Trattandosi di un processo personalizzato, nelle nostre consulenze approfondiamo proprio aspetti come questo.

 

6. Il deposito cauzionale e il contratto come tutele

la scelta del portaleCi sono maniere molto concrete di ridurre il rischio di danni ad opera dei guest: una di queste è il deposito cauzionale: consiste nel richiedere il versamento di una quota all’arrivo (variabile a seconda del valore dell’alloggio e del suo contenuto) che poi verrà restituita al check out solo dopo aver verificato che ogni cosa sia al suo posto. Il vantaggio di questo strumento è che per piccoli problemi si è tutelati, ma d’altra parte si rischia di perdere delle prenotazioni da coloro che non si fidano di pagare una quota al check in.

 

Un altro strumento, comunque efficacie, è il contratto di locazione turistica. Al di là della maggiore tutela in caso di diatribe legali, questo documento ha un buon effetto deterrente, specialmente se si obbliga espressamente il locatario a risarcire i danni eventualmente provocati. La firma di un atto ufficiale, pur senza versare un deposito, ha comunque il suo peso quantomeno da un punto di vista psicologico.

 

7. L’importanza del contatto umano

Ultimo, ma non per importanza, c’è il lato umano. Essere accolti da una persona gentile e disponibile, porta in maniera naturale ad avere più rispetto dell’immobile che ci ha concesso. Una regola generale è che se si offre molto, sia in termini di cortesia che di servizio, l’ospite sarà portato a premiare questi fattori sia tramite recensioni positive che tramite un comportamento corretto. Il consiglio quindi è sempre quello di essere professionali e conoscere bene quali sono gli aspetti del soggiorno che interessano di più all’ospite, curandoli nel dettaglio.

 

Vuoi approfondire? Ti diamo una mano noi!

Se leggendo questo articolo ti sei reso conto che gli aspetti da tenere in considerazione per un esperienza di locazione ottimale sono molti, non hai tutti i torti. Si tratta di un settore da studiare e approfondire continuamente. La buona notizia è che ti possiamo dare una mano!

 

Navigando dal menù in alto avrai accesso ai nostri servizi di consulenza, formazione e gestione, dedicati sia a chi aspira a diventare un ottimo host, sia a chi ha un appartamento ma lo vuole far gestire da un esperto.

 

Confidiamo che questo articolo su come limitare i danni degli ospiti ti sia stato utile! Alla prossima!

4,7 / 5.00 stelle
4,7/ 5.00
85 Recensioni
By |2020-03-12T15:08:06+00:003 Marzo 2020|Blog|

Leave A Comment