Come sanificare una casa vacanze: chiarimenti anti-covid

In seguito all’emergenza da Covid-19 che ha colpito tanti settori tra cui quello turistico, molti proprietari si chiedono come sanificare una casa vacanze. L’intento è quello di tutelare la propria salute e quella dei viaggiatori, ma anche mostrarsi più professionali e attenti.

 

Ma che cos’è realmente la sanificazione, e quanto costa? E’ obbligatorio farla alla fine di ogni soggiorno oppure è facoltativa? Conviene realmente oppure no? Gestendo appartamenti in affitto breve e formando i proprietari che si avvicinano a questo settore, abbiamo fatto delle ricerche sul tema e intendiamo oggi condividerne i risultati con te!

 

In pochi minuti potrai finalmente fare chiarezza su un argomento che viene spesso toccato senza le giuste consapevolezze, riuscendo così a fare ordine nelle idee e scegliere la strada giusta per la tua struttura. Se invece ti stai avvicinando a questo settore, puoi sempre contare su di noi se ti serve del supporto! Bene, iniziamo!

Cos’è la sanificazione? Un po’ di chiarezza.

Spesso si usano i termini igienizzazione, disinfezione e sanificazione come sinonimi. Ebbene non è così, e si tratta in realtà di pratiche diverse, relative a diversi livelli di pulizia. Ma spieghiamoci meglio.
Immaginati una piramide: alla base si trova l’igienizzazione. Igienizzare vuol dire rimuovere le tracce visibili di sporco o materiale organico, sgrassare e detergere. Insomma, si tratta di far tornare piacevolmente pulite e profumate le superfici. Attenzione: igienizzare non significa rimuovere i batteri, e nemmeno il Coronavirus! Come fare allora?

 

 

Saliamo di gradino nella nostra piramide e troviamo la disinfezione: disinfettare significa ridurre al massimo la carica di batteri e virus presenti sule superfici trattate. Per farlo bisogna utilizzare determinati prodotti, in particolare soluzioni a base alcolica o candeggina (varechina).
Solitamente questo livello di pulizia se ben applicato in seguito all’igienizzazione è più che sufficiente, ma ci possono essere casi in cui è richiesto uno step successivo.

 

prodotti per pulizie delle case vacanzeParliamo in questo caso di sanificazione, la punta della piramide! La sanificazione si fa con appositi strumenti professionali e consiste in un intervento ancora più approfondito e meticoloso che mira ad abbattere completamente o quasi gli agenti contaminanti. Si tratta di un livello di trattamento molto avanzato, che è indicato in zone o situazioni di rischio.

 

Come sanificare una casa vacanze quindi? La sanificazione può essere fatta attraverso diverse metodologie:

  • Sanificazione tramite ozono. Attenzione a non farsi abbagliare dai numerosi strumenti low cost offerti online, l’efficacia non è la stessa di quelli professionali. Va inoltre detto che questa tecnologia sembra danneggiare i metalli (ad esempio le componenti dei computer ecc.)
  • Raggi UV: è adatta ad ambienti piccoli, come ad esempio le autovetture.
  • Nebulizzazione: si tratta di un micro aerosol umido ma non tanto preciso. Va bene per ambienti grandi o all’aperto.
  • Frammentazione molecolare: in sostanza è una nebbia secca. E’ molto precisa ed efficace, forse il miglior compromesso.

 

Sanificazione case vacanze Covid-19: quanto costa?

Chiariti gli aspetti caratterizzanti la sanificazione, sorge ora un altro interrogativo: quanto costa la sanificazione casa vacanze Covid-19? Rispondere a questa domanda è fondamentale per capire la fattibilità di questo procedimento. Ebbene, una sanificazione professionale efficace, svolta da professionisti in grado di certificarla (quella che raccomandiamo) ha un costo che si aggira indicativamente dagli 1,5€ ai 2€ a metro quadro. Questo significa che ad esempio, per sanificare un classico bilocale da 70 mq si possono spendere dai 100€ ai 140€.

 

E’ sicuramente una cifra importante, difficilmente addebitabile ad un ospite per brevi soggiorni (ad esempio tramite Airbnb), ed è questo il motivo per cui si tende ad evitarla, o quantomeno a farla solo sporadicamente, in casi di effettiva necessità. In situazioni normali dunque, è sufficiente un’attenta igienizzazione seguita da disinfezione come suggerito dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

 

Prodotti per pulire la casa vacanze: cosa usare?

sanificazione covid-19Se intendi pulire il tuo appartamento in maniera approfondita, dovrai servirti dei giusti prodotti. Ebbene eccoti qualche consiglio. Per quanto riguarda l’igienizzazione, sono sufficienti i classici prodotti da supermercato: anticalcare, sgrassatore, detergenti, multi superfice.

 

Riguardo all’igienizzazione invece fai attenzione. E’ necessario che i prodotti siano a base alcolica, possibilmente al 70%, e questo deve essere indicato sull’etichetta. In alternativa puoi utilizzare l’ipoclorito di sodio in percentuale dall’1% al 5% a seconda della superficie (la dose maggiore è consigliata per il bagno). C’è poi il perossido di idrogeno (la comune acqua ossigenata), che si può utilizzare in mancanza d’altro. Anche il getto di vapore caldo, superiore a 100 gradi C° è efficace, anche se è una soluzione meno comune.

 

Turidea: gestione e formazione

Pulire il proprio appartamento in modo accurato è fondamentale, sia per proteggere la propria salute che per garantire agli ospiti un piacevole soggiorno… ma non è tutto qui! Le attività necessarie a garantire un’ottima permanenza assicurandosi ottime recensioni sono tante.
Se non dovessi riuscire a seguirle tutte, o vuoi migliorare le tue performance puoi contare su di noi in vari modi:

 

Ci auguriamo che questo articolo ti sia stato utile a fare un po’ di chiarezza, e ti ricordiamo che sul nostro blog puoi trovare tanti articoli diversi sul mondo degli affitti brevi!

By |2020-06-15T07:11:20+00:0016 Giugno 2020|Blog|

Leave A Comment