Dare in gestione casa vacanze: costi e guadagni

L’Italia è piena di abitazioni inutilizzate che per molti proprietari rappresentano solo un costo tra manutenzioni, tasse e imprevisti. Alcune di queste sono in buono stato, e si trovano in luoghi dall’alto potenziale turistico. Perché dunque non approfittarne affittandola a visitatori? E’ una domanda che si sono posti in molti, ma non tutti hanno il tempo necessario per occuparsene. Che fare allora?

 

Oggi risponderemo a questo interrogativo parlando di come dare in gestione casa vacanze: dato che ci occupiamo proprio di questo, prenderemo spunto dalla nostra esperienza in affitti brevi per fare luce su quali sono i costi che si devono affrontare e quali sono invece le opportunità di guadagno.

 

Nel giro di pochi minuti ti sarai fatto un idea concreta di come funziona il mondo delle locazioni turistiche e di quali adempimenti sono necessari, così da valutare se questa può essere una strada interessante anche per te! Noi rimaniamo a tua disposizione per aiutarti, e se hai bisogno di una mano a gestire il tuo alloggio contattaci senza problemi!
E ora… entriamo nel vivo!

I guadagni: quanto può rendere una casa vacanze

obblighi e normativaQuanto posso guadagnare con la mia casa vacanze?”: questa è una delle domande più ricorrenti che ci vengono poste dai proprietari che si rivolgono a noi cercando un partner che amministri il proprio immobile. E’ una domanda più che lecita ma dalla difficile risposta, dal momento che molte caratteristiche entrano in gioco nella valutazione:

 

  • Condizioni dell’immobile. Nella nostra attività, prima di tutto valutiamo se l’alloggio proposto si presta a questo tipo di locazione: non sempre è così! Qualora a seguito della consulenza emerga che sono necessarie delle migliorie, bisogna valutare se il proprietario è disposto a ristrutturare la casa vacanze oppure no. Questo tipo di affitto non va preso alla leggera: non si possono ottenere buoni risultati senza offrire un immobile adeguato!
  • Posizione. Trovarsi in una buona location non significa per forza che si trovi a 10 metri dalla spiaggia o nel centro storico. Anche un appartamento nei pressi di una fiera, di un aeroporto o di punti di interesse naturali o culturali potrebbe essere interessante.
  • Capacità ricettiva. Più posti letto si mettono a disposizione e maggiori sono le possibilità di intercettare la richiesta.
  • Necessità di utilizzo. Quando gestiamo degli alloggi, noi di Turidea diamo sempre la possibilità al titolare di utilizzare l’immobile senza alcun costo qualora ne avesse necessità. Questo implica chiaramente, che maggiori saranno le date riservate dal proprietario e minori saranno gli introiti per quest’ultimo.

 

I costi: percentuale di provvigione di gestione e calcolo consumi

costi di una gestioneQuanto costa dare in gestione casa vacanze? Se è vero che in molti casi i guadagni di un affitto breve sono superiori a quello tradizionale, ci sono pur sempre dei costi da sostenere: gli oneri a carico del proprietario sono solitamente suddivisi in 3 categorie: consumi, tasse e provvigione di gestione.

 

Consumi. Si tratta delle bollette: luce, gas, acqua ecc. Questo valore tendenzialmente è proporzionale al numero di notti vendute, e sarà variabile anche in base al tipo di abitazione, alle sue dimensioni e all’isolamento termico. Solitamente i consumi non incidono per più di qualche euro al giorno, specialmente se non è prevista l’aria condizionata.

 

Tasse. In locazione turistica è sempre disponibile l’opzione della cedolare secca al 21% come alternativa al regime ordinario IRPEF. Considerato che quest’ultimo parte da uno scaglione minimo del 23%, raramente viene scelta come soluzione, salvo che sia resa conveniente dalla presenza di spese deducibili o detraibili in dichiarazione dei redditi. Spetta al proprio fiscalista fare le opportune valutazioni.

 

Percentuale di provvigione: per una gestione completa solitamente l’importo richiesto varia da un 25% ad un 35%. La nostra offerta include anche un servizio fotografico professionale e il rifornimento dei beni consumabili (sapone, carta igienica, scottex ecc). Se vuoi scoprire la nostra tariffa ti basta cliccare qui!

 

 

Il mondo degli affitti brevi: obblighi e normativa

Chi si approccia a questo settore è spesso travolto dalla confusione: norme poco chiare, procedure diverse da regione a regione… e talvolta persino da comune a comune! Oltre ciò, non è sempre facile trovare un addetto che sappia spiegarti bene quale percorso seguire e quali adempimenti vanno rispettati.

 

Lo sappiamo bene noi di Turidea che assistiamo il proprietario anche in questa fase!

In linea generale, chi decide di dare in gestione casa vacanze può delegare a chi lo assiste una serie di obblighi che altrimenti spetterebbero a lui, ovvero:

  • Check in e comunicazione dei dati degli ospiti alla questura: gli estremi anagrafici vanno sempre comunicati entro 24 ore dall’arrivo.
  • Inserimento anagrafica a fini statistici. Ogni regione ha il proprio portale di controllo dei flussi: mensilmente il proprietario (o il gestore) è tenuto a trasmettere i dati dei visitatori che hanno soggiornato nella sua struttura
  • Raccolta e versamento della tassa di soggiorno.  Se il comune lo prevede, da ogni turista va riscossa la tassa prevista e va versata a scadenze pattuite a chi di competenza.
  • Comunicazione di inizio attività al comune. Anche qui, ogni municipio ha la sua procedura. Suggeriamo di telefonare al SUAP o al SUAR e cercare un addetto competente in affitti brevi.

 

Troppo complicato? Pensi di non avere tempo per svolgere tutte queste mansioni e di pensare anche a check in, pulizie e manutenzioni?

Tranquillo… ti possiamo dare una mano! Nel prossimo paragrafo ti spieghiamo come, raccontandoti un po’ di noi!

 

Turidea, la soluzione per chi non ha tempo

guadagni di una gestioneSe da una parte in molti sono incuriositi dagli affitti brevi e intendono entrare in questo settore, dall’altra solo pochi hanno realmente il tempo e le competenze per sfruttarne le potenzialità a dovere. Improvvisarsi host senza avere conoscenza di questo mercato può portare a delusioni, perdite di tempo e scarsi guadagni: il turista richiede specifiche necessità e va seguito e supportato in ogni momento del suo soggiorno.

Se credi di aver bisogno di una mano, ti possiamo aiutare!

 

Ci occupiamo di gestione appartamenti in affitto breve, e aiutiamo il proprietario in ogni fase della locazione turistica:

  • Promozione e ottimizzazione della visibilità dell’alloggio online e sviluppo dei canali diretti, gestione dinamica dei prezzi, controllo calendari e pagamenti.
  • Accoglienza in loco, check in, gestione manutenzioni e pulizie, adempimenti burocratici.

 

Ci auguriamo che la lettura di questo articolo ti sia stata d’aiuto a capire come dare in gestione casa vacanze e quali sono i benefici e le criticità legate a questa attività.

Se intendi approfondire questo settore sul nostro blog potrai trovare tanti spunti interessanti, se invece vuoi entrare in contatto con noi, contattaci senza problemi per una consulenza personalizzata!

 

4.5 / 5.00 stelle
4.5/ 5.00
44 Recensioni
By |2019-12-05T14:24:49+00:0031 Dicembre 2019|Blog|

Leave A Comment