Deposito cauzionale affitti brevi: conviene oppure no?

Nella nostra attività di gestione appartamenti in affitto breve, ci capita spesso confrontandoci con i proprietari di parlare dei danni che possono provocare gli ospiti, e di come fare a ridurre questi imprevisti. Generalmente i viaggiatori sono persone corrette, ma come tutelarsi quando non si ha questa fortuna, e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questi strumenti?

 

Se anche tu hai una casa vacanze e ti stai ponendo queste domande allora sei nel posto giusto, perché oggi parleremo del deposito cauzionale affitti brevi cercando di capire come e quando utilizzarlo affinché sia un opportunità e non un peso.

 

Quello che leggerai è tratto dalla nostra esperienza diretta di gestione alloggi in locazione turistica, e per questo confidiamo che ti possa essere d’aiuto. Prenditi qualche minuto e rilassati, in pochissimo tempo avrai una panoramica completa di questo argomento!

 

Premesse: come preparare la casa

Airbnb deposito cauzionalePartiamo da un presupposto molto importante che ci teniamo a sottolineare durante le nostre consulenze ai proprietari: la casa deve essere predisposta per gli affitti brevi, in modo da ridurre le possibilità di danni e limitare l’uso del deposito cauzionale affitti brevi. Che vuol dire? Significa che non basta scattare qualche foto e creare un annuncio su Airbnb per avviare come si deve un attività di questo tipo, serve anzi molta competenza. Il primo passo è proprio la preparazione dell’abitazione a visitatori che non sono i classici inquilini quadriennali.

 

Innanzitutto l’arredamento: deve essere gradevole alla vista, nuovo o seminuovo se possibile, ma essenziale! Questo è molto importante per due ragioni: innanzitutto meno beni ci sono e minori saranno i tempi (e i costi) di pulizia, e poi al turista piace trovarsi in un ambiente neutro, che lo faccia sentire meno “ospite” e più di casa.

 

Un discorso a parte merita l’oggettistica e i soprammobili. Ad un visitatore non interessa nulla delle foto di famiglia o dei souvenir di un lontano parente… sono solo prodotti in più che si possono rompere! La regola generale da seguire è: serve davvero questo componente oppure no? Nulla vieta di aggiungere accessori di design che rendano più accattivante l’appartamento ci mancherebbe, ma vanno inseriti con la consapevolezza che essendo li, qualcuno potrebbe un giorno danneggiarli. Ecco quindi che noi di Turidea suggeriamo di decorare con elementi d’effetto solo a patto che siano economici e funzionali.

 

Vantaggi: quando conviene il deposito

Nella nostra attività di gestione ci siamo resi conto che il deposito cauzionale è uno strumento molto utile ma che va maneggiato con cautela.

Iniziamo elencando quali sono i punti di forza.

 

Responsabilizzare. Il primo vantaggio è il più evidente, e consiste nel far percepire all’ospite il rischio concreto di versare una somma in caso di danni provocati. Perdere del denaro guadagnato duramente per una disattenzione può scocciare a tutti, per questo l’inquilino di riferimento farà particolare attenzione non solo al suo comportamento, ma anche a quello degli altri membri del gruppo.

 

rimedi ai danni negli affitti breviEffetto filtro. Ancora prima di procedere alla prenotazione, un guest che sa di essere poco rispettoso sarà meno propenso a pagare un deposito cauzionale. Questo meccanismo funge da filtro di auto-selezione e fa in modo che si presentino solo quegli ospiti che sono i più rispettosi, e quindi che hanno meno timore di perdere il proprio denaro.

 

Personalizzazione. Un altro vantaggio consiste nella possibilità di adeguare l’importo richiesto alle varie situazioni. Ad esempio, si può richiedere un versamento più consistente qualora ci siano degli animali, in modo da responsabilizzare ancora di più i padroni ad un maggiore controllo.  Si può anche scegliere di richiedere un valore fisso per ogni soggiorno oppure una percentuale calcolata sul totale del canone.

 

Facilità di riscossione. Possedere in contanti del denaro concede un grande vantaggio in caso di danni: si possono evitare inutili discussioni e passare subito alla riparazione. Ovviamente ci devono essere ragioni valide e dimostrabili quando si trattiene un importo come rimborso, ma di questo ne parliamo meglio in seguito.

 

Svantaggi: a cosa prestare attenzione

Abbiamo detto che il deposito cauzionale è uno strumento molto utile ed efficace nel prevenire danni al proprio appartamento. Ma conviene sempre utilizzarlo o ci sono dei casi in cui è meglio farne a meno? E a cosa bisogna prestare attenzione per evitare problemi con gli inquilini?

Gestendo alloggi in affitto breve e avendo esperienza pratica, noi di Turidea ci sentiamo di darti qualche raccomandazione.

 

Comunicazione. La prima regola da seguire, fondamentale, è comunicare correttamente sia le regole della casa che la somma richiesta a garanzia. Può sembrare banale ma non lo è affatto: spesso quando si prenota online si va di fretta, e si presta poca attenzione a questi aspetti che per il proprietario sono scontati (li ha impostati lui) ma non lo sono per chi si approccia per la prima volta. Ecco che quindi suggeriamo di riepilogare sempre all’ospite tutti i vincoli da rispettare una volta che sarà entrato, in modo da evitare spiacevoli inconvenienti. Alcuni esempi di restrizioni: orari del silenzio, zone vietate, utilizzo del giardino per animali ecc.

 

Perdita di prenotazioni. C’è una fetta di viaggiatori a cui non piace l’idea di versare del denaro in anticipo prima del loro soggiorno, questo indipendentemente da quanto irrispettosi essi si sentano. E’ più che altro una questione di cultura. In molti paesi esteri la cauzione è una prassi assolutamente normale, ma in Italia non è sempre così. Il turista a volte ha paura di essere poco tutelato e non si fida del proprietario: “e se poi mi fanno pagare per danni che non ho fatto io, o si inventano delle scuse?”.

Insomma, chi affitta deve essere consapevole che questo deposito può inevitabilmente far perdere delle prenotazioni, e bisogna quindi valutare caso per caso se è bene utilizzarlo oppure no.

 

Metodi di addebito. Solitamente il deposito cauzionale affitti brevi viene ritirato in contanti e restituito alla fine del soggiorno dopo un attenta valutazione. Ci sono altri metodi disponibili per gestire i versamenti: ad esempio si può procedere alle transazioni con bonifico. Attenzione in quest’ultimo caso a valutare anche quali sono i costi e le commissioni bancarie applicate.

 

Stanco di preoccuparti? La gestione affitti brevi Turidea

cauzione per danni affittiCome avrai capito, la vita da Host è molto complessa e richiede preparazione, conoscenza del mercato e delle regole, e soprattutto molto tempo a disposizione!
Se ti stai rendendo conto di aver bisogno di una mano… puoi contare su di noi!

 

In Turidea ci occupiamo di gestione appartamenti turistici in affitto breve, offrendo supporto su più fronti:

  • Servizio Online: prezzi dinamici, prenotazioni, ottimizzazione annunci, pagamenti, calendari;
  • Servizio Completo, che aggiunge: check in, pulizie, manutenzioni, assistenza burocratica e supporto in loco all’inquilino.

Mettersi in contatto con noi è molto semplice, basta cliccare sul pulsante parliamone, o richiedere una telefonata tramite l’apposito modulo a lato! Potrai scoprire nel dettaglio in cosa consistono i nostri servizi navigando il sito web!

 

Confidiamo che questo nostro articolo sul deposito cauzionale negli affitti brevi sia stato per te utile e interessante, e ti diamo appuntamento alla prossima!

4.4 / 5.00 stelle
4.4/ 5.00
12 Recensioni
By |2019-10-31T15:54:52+00:0026 Novembre 2019|Blog|

Leave A Comment