Molti proprietari di case gestiscono le proprietà a distanza. Ciò significa che non è sempre possibile per loro essere presenti al momento dell’arrivo degli ospiti per consegnare le chiavi.

 

Forse anche tu hai appena avviato un business su Airbnb e ti stai chiedendo come si possa risolvere questo problema che potrebbe causare non pochi disagi. Sappi che puoi scegliere la modalità di self check in Airbnb che preferisci, in modo da non dover presenziare all’arrivo dei tuoi ospiti.

 

Che cos’è il self check in? Come funziona? Quali sono i pro e i contro? In questo articolo tratteremo tutti questi argomenti.

 

Airbnb è una piattaforma davvero utile per creare una rendita alternativa e, se vuoi conoscere a fondo questo mondo, ti consigliamo di dare un’occhiata ai nostri video gratuiti su YouTube. Se hai, invece, bisogno di un supporto più mirato e professionale, non esitare a contattarci per una consulenza specialistica. Ora, entriamo nel vivo!

 

Cos’è il self check in Airbnb e come funziona

check in per appartamenti turisticiIl self check in Airbnb è una comoda modalità di ospitalità virtuale che consente agli ospiti di accedere all’alloggio senza la presenza fisica dell’host. L’esempio classico è la cassetta a codice: un semplice box che si fissa fuori dalla porta contenente le chiavi. Ma non è l’unico!

 

I viaggiatori possono essere accolti anche da un portinaio o comunque un membro del personale dell’edificio che si occupa del check in. Questa stessa persona, durante il soggiorno, si dovrà anche occupare delle necessità degli ospiti, rimanendo a disposizione.

 

Alcuni proprietari, poi, si affidano ad agenzie specializzate riguardo a sistemi di self check in a distanza: queste ditte installano degli smart lock che permettono l’accesso tramite app. Riprenderemo queste modalità tra poco.

 

 

Come impostare il self check in su Airbnb

A questo punto, ti starai chiedendo come evidenziare questo servizio su Airbnb. E’ facilissimo, ma ci teniamo sempre a dedicare uno spazio a questo argomento anche durante i nostri corsi di formazione per proprietari, in modo da non sbagliare.

 

Ecco i passaggi:

  •  dalla Scrivania vai su Annuncio. In alto troverai tutti i vari menu. Clicca sulla voce Informazioni per gli ospiti;
  • in essa, scorrendo in basso, è presente la dicitura Interazione con gli ospiti. Cliccaci;
  • in questa finestra potrai spiegare il metodo con cui i tuoi ospiti potranno accedere all’alloggio;
  • salva tutto.

 

Gli ospiti potranno accedere a queste informazioni 3 giorni prima dell’arrivo in alloggio.

Le modalità di accesso remoto

I proprietari come te, possono scegliere tra diverse modalità di self check in. Le abbiamo già accennate ma riprendiamole in dettaglio.

 

ingresso automatizzatoCassetta di sicurezza. Facile da installare, economica, sicura, permette all’ospite di estrarre le chiavi inserendo un codice a mano che può essere cambiato a ogni soggiorno; se ne trovano di diversi tipi sui più famosi siti di e-commerce.

 

Serratura smart. Si tratta di lucchetti che si attivano attraverso una app, un codice inviato su Smartphone o un QR. All’ospite basta quindi avere il telefono a portata di mano per poter accedere alla casa;

 

Professionista o persona fidata. Come host, potresti voler offrire ai tuoi ospiti un’accoglienza più calorosa, in modo da rispondere ai loro dubbi o conoscere meglio chi alloggerà nella tua casa. Tuttavia, se non puoi essere presente al momento dell’arrivo, puoi delegare una persona di cui ti fidi che si occuperà della fase di check-in. Questo metodo è molto efficace perché rende l’accoglienza personalizzata, ma risulta scomodo in caso di imprevisti o ritardi degli ospiti;

 

Affidarsi a un’azienda come Turidea. Possiamo occuparci noi, attraverso il nostro servizio di gestione completa, dell’accoglienza dei tuoi ospiti. Penseremo noi alle faccende burocratiche e a fornire tutte le indicazioni utili per garantire un soggiorno piacevole nel tuo alloggio.

 

Ognuno di questi metodi ha dei vantaggi e degli svantaggi, che vedremo nel prossimo paragrafo. In generale, la modalità di self check in migliore dipende dal tipo di abitazione e dal budget che ti sei prefissato. Se vuoi approfondire il mondo degli affitti brevi, non esitare a visitare la nostra Turidea Academy e scoprire tutto ciò che ti serve per gestire al meglio il tuo business su Airbnb.

 

 

 

Self check in Airbnb: pro e contro.

Il self check in Airbnb è certamente una soluzione molto comoda e semplice per un host che non può essere presente al momento dell’arrivo degli ospiti. Questa soluzione presenta sia dei vantaggi che degli svantaggi. Vediamoli insieme.

 

Partiamo dai vantaggi.

Il self check in ti consente di risparmiare tempo e di occuparti dei tuoi impegni personali, in caso essi coincidano con l’arrivo degli ospiti. Non devi dunque essere presente, i viaggiatori possono gestire in autonomia il loro arrivo. Questo sistema è spesso gradito anche per chi raggiunge l’alloggio: poter entrare subito in casa, sistemare le proprie cose e rilassarsi, è un fattore apprezzato.

 

Inoltre, il self check in Airbnb può avvenire 24 ore su 24, un’ottima notizia per chi raggiunge l’appartamento in tarda serata o addirittura di notte. Ciò significa che puoi ottenere prenotazioni che non avresti ottenuto se non avessi concesso la modalità di self check in!

 

 

Ci sono anche degli svantaggi però.

Quella dell’accesso da remoto, è pur sempre una soluzione impersonale, fredda, in cui l’host non ha un contatto diretto con i suoi ospiti. Questo potrebbe anche spingere i viaggiatori più scorretti a sentirsi meno controllati e ad assumere comportamenti non proprio diligenti durante il soggiorno.

 

Inoltre, tutte le modalità di self check in hanno un costo. Questo importo è trascurabile nel caso dell’installazione di smart lock, ma più diventa più consistente in caso si desideri utilizzare delle serrature automatizzate o impiegare assistenti in persona.

 

accesso senza chiavi in casa vacanzeI fattori importanti che devi tenere a mente, quando scegli la modalità di self check in, sono essenzialmente due:

  • devi scegliere quella più in linea con le tue esigenze, ovvero in base al tipo di abitazione e al tuo budget. Non lesinare inutilmente sulla scelta della modalità che costa di meno se poi essa non ti consente di accogliere i tuoi ospiti al meglio. Non tenere conto solo del denaro che andrai a spendere, ma pensa più che altro agli effettivi vantaggi del metodo che sceglierai. Anche il tuo tempo ha un valore!
  • devi comunicare con i tuoi ospiti prima del soggiorno. Ricorda di fornire loro tutte le informazioni necessarie affinché non vi sia confusione o intoppi di qualsiasi genere. Invia i codici per le cassette di sicurezza, le indicazioni per trovarle e renditi disponibile a risolvere qualsiasi eventuale disagio. Ricorda che anche la procedura di check in può influenzare notevolmente le opinioni che i tuoi ospiti si fanno! Quindi, cura questa fase nei minimi dettagli. Nei nostri corsi per gestori di case vacanze, spieghiamo anche quali debbano essere le modalità di comunicazione migliori per instaurare un rapporto profiquo tra te e il tuo ospite.

 

Conclusioni

In questo articolo hai scoperto cos’è il self check in Airbnb e come funziona. Non ti resta che metterlo in pratica e soddisfare i tuoi ospiti fin dal loro arrivo!

 

Se vuoi approfondire ogni aspetto degli affitti turistici e migliorare l’esperienza nella tua casa vacanze, puoi dare un’occhiata ai servizi che abbiamo messo a tua disposizione: