Durante i nostri corsi di formazione per host, ci piace parlare delle nuove tendenze di viaggio. I proprietari di case vacanze, così come noi di Turidea che ci occupiamo di gestione di affitti brevi, devono sempre rimanere aggiornati sulle ultime abitudini dei viaggiatori, in modo da soddisfarle il più possibile.

 

Essere sempre informati sugli ultimi trend di viaggio e adattarsi è utile per incontrare le esigenze dei clienti e migliorare il proprio business. A questo proposito, una nuova tendenza nel mondo del turismo è quella dello Slow Tourism.

 

Scopri i nostri servizi di gestione

 

Sei curioso di sapere di cosa si tratta e come puoi adattare il tuo alloggio a questo nuovo trend? Continua a leggere e non perderti i video gratuiti sul canale YouTube Turidea, ricco di consigli e news sul mondo degli affitti brevi.

Cos’è lo Slow Tourism?

turismo lentoInsieme al turismo flessibile e a quello sostenibile, i viaggiatori si stanno sempre più orientando su esperienze di viaggio consapevoli, concentrate sul benessere della persona e sul distacco dalla vita frenetica di tutti i giorni.

 

Chi abbraccia la filosofia dello Slow Tourism decide di prendersi una pausa per godersi le piccole cose, scoprire il territorio e le sue usanze, stare a contatto con la natura. Tra le attività preferite dai turisti “lenti” ci sono le passeggiate in montagna, degustazioni di prodotti territoriali di fronte a paesaggi stupendi, la scoperta di borghi e zone poco turistiche ed esperienze di relax, possibilmente in location naturali.

 

Non si tratta comunque di una novità: lo Slow Tourism è nato all’inizio del 2000 con l’aumento dell’interesse nei confronti dello slow food e del turismo sostenibile.

 

Slow Tourism e affitti brevi

Come può un host approfittare di questa novità nel mondo del turismo? Lo slow tourism, innanzitutto, predilige l’affitto breve. Il motivo è presto detto: questa nuova filosofia di viaggio rifiuta la frenesia e gli orari prestabiliti. Unaflessibilità del genere non può essere garantita da un hotel o da un Bed & Breakfast, strutture certamente accoglienti e rilassanti, ma anche caratterizzate dal rispetto di orari.

 

Il primo consiglio che ci sentiamo di darti quindi per accogliere al meglio i turisti “slow” è quello di garantire un certo grado di flessibilità. Ti consigliamo di affidarti alla comodità del self check-in in modo che gli ospiti possano entrare in appartamento e lasciarlo all’orario che desiderano.

 

Se, però, preferisci un’accoglienza più calorosa e gestita da una persona professionale, allora potresti optare per l’assunzione di un property manager. Questa figura svolge diverse attività, come quella di cura degli annunci online, comunicazione con i clienti, controllo dello stato dell’appartamento, procedure burocratiche e persino il momento del check in e check out. In Turidea forniamo un servizio di gestione parziale o completa (ove possibile) dell’alloggio, in modo che tu possa liberare del tempo per te stesso.

 

Servizi per turisti “slow”

slow tourism e case vacanzeIl tuo alloggio attira nuovi ospiti per via del suo design, per il prezzo e anche per i comfort che offre. Certamente questi sono dettagli a cui devi prestare attenzione per attirare sempre più turisti, ma durante le nostre consulenze specificheper host ripetiamo spesso che può distinguere ulteriormente la tua casa vacanze dalle concorrenti sono le esperienze offerte.

 

Tutti i proprietari possono curare l’aspetto dell’alloggio e pulirlo a fondo, ma non tutti sono in grado di offrire dei servizi indimenticabili per gli ospiti, magari collaborando con realtà locali. Conoscere la filosofia dello Slow Tourism potrebbe aiutarti a individuare delle esperienze davvero favolose per i turisti che fanno visita al tuo alloggio.

 

Lo Slow Tourism non si concentra solo sul fattore tempo, che deve essere dilatato e assaporato in ogni singolo istante, ma anche sui luoghi. Il turista “slow” vuole esplorare luoghi insoliti, che portano con sé cultura, tradizione e usanze. Sono perfetti, in questo senso, i piccoli borghi e centri storici.

 

Se il tuo alloggio si trova nei pressi di siti di interesse di questo tipo, è bene promuovere delle visite guidate in sinergia con gli uffici del turismo della zona. Altre esperienze davvero apprezzate dallo Slow Tourist sono quelle legate al territorio e alla sua autenticità, quindi visite gastronomiche, giornate rilassanti e contatto con la natura.

 


Scopri i nostri servizi di gestione

 

4 punti cardini dello Slow Tourism

In quanto host, devi fare in modo che i tuoi ospiti vivano esperienze indimenticabili. Abbiamo visto quali potresti offrire loro, ma ora approfondiamo il discorso tenendo conto di quattro punti fondamentali dello Slow Tourism: trasporto, sistemazione, gastronomia e attività.

 

Quando accogli un turista “slow” nel tuo alloggio, devi fare in modo di garantire questi quattro servizi:

  • turismo sostenibile e affitti breviutilizzare mezzi di trasporto non inquinanti e che consentano un contatto diretto con il territorio (come la bici, il cavallo, la barca a remi…);
  • alloggiare in una struttura ecosostenibile, non di massa, ma anche flessibile e in grado di offrire tutti i comfort possibili;
  • scoprire i cibi tipici del territorio, assaporandoli direttamente dal produttore o da realtà attente all’origine dei prodotti;
  • vivere attività rilassanti e a stretto contatto con l’ambiente e con la cultura del posto.

 

Requisiti di un alloggio “slow”

  • La struttura è a conduzione famigliare
  • si trova in una zona a contatto con la natura
  • lavora in sinergia con aziende del territorio
  • informa gli ospiti sulle attività legate alla zona
  • offre un servizio intimo e con una particolare attenzione alla flessibilità
  • sono attente alla sostenibilità
  • offrono trasporti non inquinanti quali bici o trekking con animali
  • sono orientate all’innovazione a favore dell’ambiente
  • illustrano agli ospiti e al personale istruzioni per evitare sprechi e inquinamento.

Conclusioni

Lo Slow Tourism è una nuova tendenza che potrebbe aiutarti ad attirare nuovi ospiti interessati a conoscere meglio il tuo territorio e le sue usanze. In quanto gestore, se vuoi accogliere questo tipo di turisti, devi impegnarti per garantire un’esperienza di soggiorno autentica e rilassante.

 

Noi di Turidea ti possiamo affiancare in questo percorso di avvicinamento allo Slow Tourism attraverso i nostri corsi di formazione per host, ma anche il servizio di gestione parziale o completa del tuo alloggio e, infine, con tanti contenuti gratuiti che trovi qui sul nostro blog oppure sul canale YouTube Turidea.